Accoglienza alla nascita


Il Progetto Accoglienza alla nascita, nato nel 2000, parte dal presupposto che la cura dell’attenzione posta nei primi contatti con le famiglie, a partire dal momento della comunicazione della diagnosi, sia fondamentale per le scelte future delle stesse, incidendo sulla loro qualità della vita e sul loro benessere. Infatti, in questo frangente, la modalità di comunicazione struttura un terreno sul quale si svilupperà il processo successivo di relazione con i propri sistemi di vita e di rapporto con la sdD. Risulta cruciale in questo scenario il rapporto tra operatori sanitari e genitori, in quanto rappresenta un contesto fondamentale di costruzione di senso, in un momento della propria vita in cui le proprie aspettative vengono disilluse e alcune certezze vengono meno.
L’AIPD, per sostenere le famiglie in questo momento delicato legato alla nascita, ed accompagnarle nei primi anni di vita del figlio con sdD, si è mossa da tempo, operando sinergicamente con medici ed operatori, per trovare una prassi e un linguaggio comune su tutto il territorio provinciale. A tal fine era stato siglato, a nome del Comitato d’Intesa fra le Associazioni del Volontariato bellunesi, un Protocollo d’Intesa già nel 2002 con l’ULSS 2 di Feltre, e nel 2006 con l’ULSS 1 di Belluno.
Questi protocolli sono stati tradotti in linguaggio discorsivo e si è prodotto un opuscolo informativo, “Progetto Accoglienza” con lo scopo di:
– favorire la comunicazione ai genitori e familiari (siblings, inprimis) della diagnosi;
– agevolare una presa in carico precoce ed integrata del neonato e della famiglia da parte dei vari interlocutori chiamati in causa.
Vengono svolti degli incontri periodici tra i membri dei gruppi accoglienza delle due ULSS provinciali, allo scopo di: conoscere lo stato dell’arte del progetto, analizzare i fattori positivi e le criticità, integrare il gruppo con figure professionali nuove e dare nuovo impulso al gruppo. Attualmente si sta lavorando ad una nuova e più completa edizione dell’opuscolo informativo che viene dato ai genitori al momento della nascita.

Per maggiori informazioni: info@aipdbelluno.org